Draghi salva l'Italia per la seconda volta

Draghi salva l'Italia per la seconda volta

 

Draghi salva l'Italia per la seconda volta

25, mar. 2020

Draghi eurobond

Conte si aggrappa alle parole di Draghi e speriamo che le segua alla lettera, in caso di non riuscita, dovremmo seguire quanto indicato da Savona per uscire dall'EU, e tornare alla lira


Mario Draghi, con la sua autorità unica, sta cercando di trovare una via di uscita per l'Italia, dettando l'agenda a Conte. I toni utilizzati dallo stesso non sembrano consueti, e certamente ha alle spalle Draghi.
Draghi, che si candida come presidente della Repubblica, se non in un compito operativo nel prossimo futuro, con tutta la sua autorevolezza ha messo in difficoltà anche i più risoluti in Europa per il rigore.
Ottimo lo spunto, che Draghi ha dato, di mantenere il punto e non accettare compromessi, dopo i 10 giorni dati per avere una risposta dall'Europa, che, se non si decide in senso favorevole, sarà finita.
Allora la conseguenza potrà essere una sola.
Molti stati, tra cui l'Italia, seguiranno quanto indicato da Savona (ironia della sorte) per uscire dall'EU, e seguendo quando da lui indicato, in fretta e a mercati chiusi.
Mentre, se l'Europa accettasse di aiutare l'Italia, per Mario Draghi, in un prossimo futuro ci sarebbe la presidenza del consiglio, e sarà l'ultima spiaggia per l'Italia.