Covid 19 Coronavirus diffusione al 10-03

Covid 19 Coronavirus diffusione al 10-03

 

Covid 19 Coronavirus diffusione al 10-03-20

Dopo che tra qualche mese tutto si sarà accettato occorre rivedere le cause


Tralasciando gli errori di fatto e di comunicazione del governo, oggi assistiamo a una certa e coordinata mancanza d'informazione sui numeri (dei 3 TG nessuno indicava i dati), che per questo pubblichiamo.

Quello che conta veramente in prospettiva, è interrogarsi sulle cause e cambiare.
Sappiamo che le ultime pandemie sono nate dal contagio di malattie dagli animali macellati ai loro carnefici.
Occorre, quindi rivedere cosa è il rispetto per la natura e i suoi animali, e interrogarsi sulla violenza che ogni giorno infliggiamo.

Vediamo il mondo in cui viviamo come qualcosa da depredare e divorare e che porta a certe conseguenze, forse è bene partire dai classici che per coerenza, intelligenza ed etica possono dare lezioni di vita.: Pitagora ed il coronavirus.

I dati nel mondo e in Italia tratti da una fonte autorevole che leggete, a data 10 marzo 2020,  
suddivisi 
  • in infettati accertati (in Italia poco + di 9000),
  •  ricoverati (poco + di 700, sempre in Italia), 
  • guariti (circa 600) ,
  • e morti, che sono 168 oggi (totali 463), 

e riguardo alle fasce d'età, 

  • i deceduti per il 2% erano tra i 50 e 59 anni,
  •  l'8% tra 60 e 69 anni, 
  • il 32% tra 70 e 79, 
  • il 45% tra 80 e 89%, 
  • il 14% nella fascia superiore ai 90 anni. 

Vedi anche l'articolo in Audire: il coronavirus e l'analisi dei dati.


coronavirus covid 19 20 marzo 2020 infetti e deceduti


Se volete verificare i casi in questo momento cliccate qui Coronavirus in tempo reale Covid 19 live,
da notare alcuni dati che non sembrano realistici: 
dove i morti si sono bloccati da una settimana, cosa impossibile, forse anche altri stati stanno nascondendo i numeri reali, o comunque vogliono ritardare la loro comunicazione?
La fonte citata è autorevole ma i dati sono forniti dai governi.
L'Italia nonostante la disinformazione dilagante nel paese si colloca sempre tra i paesi con un impatto peggiore.