Passa ai contenuti principali

Foto Eugene Smith



Interpretazione e comunicati stampa online Eugene Smith

Molte volte, anzi quasi sempre, troviamo sul web o in riviste anche specializzate commenti sulla tecnica, ma poche o nessuna interpretazione sul messaggio, sull'interpretazione dell'opera fotografica: è come parlare di un film e soffermarsi sulle tecniche di ripresa! 
 I commenti, anche di critici affermati molte volte finiscono per essere delle frasi generiche (o parole karaoke) che poco hanno a che vedere con la singola foto, ma magari sulla vita dello stesso autore.
Cerchiamo di entrare nel merito, e sperando di aprire una breccia: scegliendo foto molto conosciute e meno, del fotografo Eugene Smith e dando la chiave di lettura delle stesse.
eugene smith guerra


E' la rivista Life che offre al fotografo Eugene Smith la vera possibilità di essere lanciarlo nella storia della fotografia, sullo sfondo della guerra nel Pacifico.
Le sue foto rappresentano quindi la seconda guerra mondiale, come testimonianza dell'umana miseria: destinata a vivere quello che non conosce.
Alcune foto rappresentano la guerra nella sua essenza, contraddittoria e tragica, che riporta l'uomo ad uno stato primordiale di brutalità e nello stesso tempo ad visione mistica dell'essenziale.
Chi combatte e vuole uccidere è nell'ombra, allo scuro con ansia e terrore, chi muore è in pace alla luce, pronto per un salto quantico, pronto ad accettare volontà divine.
Attento a rappresentare gli eccessi, le contraddizioni e gli effetti tragici dell'agire dell'uomo sulla natura e contro se stesso, tutto rappresentato in maniera stoica quasi rassegnata.
eugene smith foto passione madre

Rappresenta le anomalie e le tragiche contraddizioni dell'uomo e del suo progresso, che infligge sofferenze e nuove forme di passione di Cristo: foto della madre che accudisce il proprio bambino deformato per le radiazioni atomiche, con una visione che va oltre la comprensione umana.
E. Smith con le sue foto vuole sottolineare le differenze, in cui l'uomo è destinano a vivere, da una parte una vita non voluta, succube, un automa e dall'altra compassionevole, sofferente ma con anima umana, e vivo.

eugene smith foto vivisezione
 
 
Nella fotografia di Eugene Smith, dell'uomo in tuta di piombo ed il topo, si evidenzia tutto il cinismo dell'uomo oramai ridotto ad una pila, uomo macchina con occhi freddi, dove il topo rappresenta l'elemento più umano dell'immagine.
 
 
 
 
Eugene Smith monacaIn una foto, la giovane monaca, nonostante la sua scelta di devozione ha desiderio di comprendere, dire, chiedersi perché, è quindi impegnarsi, forse una fede che richiama lo spiritualismo francese o come la fotografia di dei bambini che escono da un buco sotterraneo, in basso e che rappresentano lo stesso uomo nella sua evoluzione, inconsapevole ed in parte destinata, dove ci appartiene il coraggio e l'affetto di essere vicini ma non il significato.

eugene smith bambini escono

 
 
 
Il fotografo utilizza un bianco e nero, non curato ma intenso come pochi sanno rappresentare, a volte è stato affermato, che ricostruisse la scena anche in camera oscura, ma non per modificare la realtà, ma per renderla più evidente, netta, nel suo messaggio che altrimenti sarebbe stato colto solo da pochi. In questo Smith è molto moderno e comunicativo come lo fu Dante per gli stessi motivi nel De Vulgari Eloquentia.
Un grande fotografo, Eugene Smith, come pochi, che sa cogliere attimi profondi del vivere proiettandosi oltre... 

Scritto da Giacomo Gallo
 
 Tutti i diritti sono riservati e non possono essere utilizzate neanche frasi senza il consenso dell'autore.

Commenti

Comunicati stampa online